IL LINGUAGGIO DEL COLORE

 

Il senso del colore è una prerogativa naturale nell’animo di Gianfranco DONATI. Egli ne studia con attenzione gli accostamenti, ne dosa le tonalità, crea bilanciati contrasti e tenui sfumature al solo scopo di trovare un linguaggio capace di trasmettere le Sue sensazioni e un sistema  per evidenziare l’atmosfera del soggetto che dipinge.

Nascono così luminosi canneti, marine con il calore e la tranquillità di un giorno di sole o con la violenza di una furiosa tempesta, le pianure ancora odoranti di terra bagnata dal recente temporale, le nature morte stilizzate, i fiori in controluce,i caldi girasoli o i campi di papaveri.

Questo artista istintivo non dipinge, ma cerca di comunicare con Voi , di raccontarVi quello che ha visto, ciò l’ha colpito.

Credo che questa sia la ragione perché, al di là del valore della Sua pittura, qualcuno gli contesta la mancanza d’uniformità d’espressione.

Per avere una risposta ho girato a Lui la domanda. Ecco qual è la Sua opinione in merito:

 

Quando dipingo, io, non lo faccio come un lavoro, ma come la liberazione di un bisogno di dare e, allo stesso tempo di ricevere, qualcosa di me stesso, di ciò che sento e di come lo sento. Questo stato d’animo io non lo posso esprimere sempre con le medesime caratteristiche perché non è, e non può essere, sempre generato dalle stesse idee o dalle medesime percezioni! 

Io seguo la bellezza dei giochi di luce, l’atmosfera del soggetto, ricerco il modo d’esprimere quel qualcosa che mi ha colpito nella maniera che ritengo più adatta per trasferirlo sulla tela mantenendo vive le emozioni che l’hanno generato e con l’intenzione di comunicarlo a chi guarderà il dipinto.

Per quel che riguarda lo stile, bisogna imparare a leggermi: I miei lavori sono sempre luminosi, con colori, nella maggioranza dei casi, caldi e contrasti decisi. Quasi sempre rispetto la sezione aurea in senso verticale (ben visibile nei paesaggi), la tecnica d’esecuzione è preferibilmente a spatola, i soggetti più rappresentati sono i canneti, i paesaggi carsici, le marine, nature morte, il tutto con giochi tra ombre e trasparenze e fenditure di luce.

Io so dipingere così e, se guardando i miei lavori, qualcuno avvertirà una vibrazione di piacere io avrò raggiunto lo scopo del mio impegno artistico.

Donati è un artista completo, sicuro e vero, che sa trovare un accordo perfetto tra i suoi soggetti e la loro esposizione in modo da trasmetterne l’essenza del piacere

 

CONTE IDA

biografia

    home

personali 2003-2013

hanno parlato di lui

 

 GIANFRANCO DONATI:  THE LANGUAGE OF COLOR

The sense of color is a natural component in Gianfranco Donati’s soul.

He studies with extreme care the combination of colors, dosing the tonal qualities and creating balanced contrasts and softer shades with the aim of finding a language capable of transmitting his sensations and at the same time making it a suitable system for emphasizing the atmospheres of the subject he is depicting, thus giving birth to brightly lit reed thickets, marine landscapes with the warmth and tranquility of a sunny day or the violence and furious storms, or vast plains still adoring of wet earth after a recent storm, stylized still-life, flowers against the light, warm sunflowers or poppy fields.

This spontaneous artist does not paint but tries to communicate with you, to tell you what he has seen and what has impressed him.

Donati is a whole painter, confident and true, never distracted by fashion or present trends, but has found the ability to make perfect harmony among his subjects and their portrayal and doing so transmitting the essence of pleasure.

 

 

.